Sedentarietà: quali sono i rischi e come migliorare la qualità della vita

Sedentarietà: quali sono i rischi e come migliorare la qualità della vita

Sedentarietà: quali sono i rischi e come migliorare la qualità della vita

L’inattività fisica e la sedentarietà rappresentano un problema di salute pubblica a livello globale. In tutto il mondo, 1 adulto su 4 e 3 adolescenti su 4 (di età compresa tra 11 e 17 anni), non svolgono attività fisica secondo le raccomandazioni dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS).” (FONTE: Ministero della salute).

Se questa era già una realtà prima del 2020, lo scorso anno la sedentarietà è diventata una condizione ancora più comune: ci muoviamo di meno per andare al lavoro, per viaggiare, per fare sport e in molti lamentano dolori alla schiena, alle articolazioni, sensazione di gonfiore agli arti inferiori. Vediamo quali sono i danni di una vita sedentaria e come combatterli.

L’inattività fisica e la sedentarietà rappresentano un problema di salute pubblica a livello globale. In tutto il mondo, 1 adulto su 4 e 3 adolescenti su 4 (di età compresa tra 11 e 17 anni), non svolgono attività fisica secondo le raccomandazioni dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS).” (FONTE: Ministero della salute).

Se questa era già una realtà prima del 2020, lo scorso anno la sedentarietà è diventata una condizione ancora più comune: ci muoviamo di meno per andare al lavoro, per viaggiare, per fare sport e in molti lamentano dolori alla schiena, alle articolazioni, sensazione di gonfiore agli arti inferiori. Vediamo quali sono i danni di una vita sedentaria e come combatterli.

 

I disturbi causati dalla sedentarietà

    

I disturbi causati dalla sedentarietà

     

I disturbi causati dalla sedentarietà

Cosa significa fare una vita sedentaria?
Una persona sedentaria è “una persona che non fa un lavoro pesante e che, nel tempo libero, non svolge attività fisica moderata o intensa” e si distingue da una persona fisicamente attiva che, invece, “svolge un lavoro pesante, cioè un lavoro che richiede un notevole sforzo fisico (ad esempio il manovale, il muratore, l’agricoltore) e/o aderisce alle linee guida sulla attività fisica: 30 minuti di attività moderata per almeno 5 giorni alla settimana, e/o attività intensa per più di 20 minuti per almeno 3 giorni settimanali.(FONTE: Istituto superiore della Sanità).

I disturbi di cui soffre chi fa una vita sedentaria sono diversi.
Ne ricordiamo alcuni:

  • Perdita di tono muscolare;
  • Dolori alla schiena e dolori cervicali;
  • Disturbi dell’umore;
  • Disturbi circolatori agli arti inferiori;
  • Invecchiamento precoce.

Inoltre, una vita sedentaria provoca danni ancora maggiori nei bambini e negli adolescenti, poiché rallenta lo sviluppo e il miglioramento dei muscoli, provoca danni per la salute respiratoria e cardiovascolare, e per la salute delle ossa. Il movimento e lo sport danno grandi benefici ai più piccoli anche nello sviluppo cognitivo e nella costruzione di una rete sociale.

I disturbi di cui soffre chi fa una vita sedentaria sono diversi.
Ne ricordiamo alcuni:

  • Perdita di tono muscolare;
  • Dolori alla schiena e dolori cervicali;
  • Disturbi dell’umore;
  • Disturbi circolatori agli arti inferiori;
  • Invecchiamento precoce.

Inoltre, una vita sedentaria provoca danni ancora maggiori nei bambini e negli adolescenti, poiché rallenta lo sviluppo e il miglioramento dei muscoli, provoca danni per la salute respiratoria e cardiovascolare, e per la salute delle ossa. Il movimento e lo sport danno grandi benefici ai più piccoli anche nello sviluppo cognitivo e nella costruzione di una rete sociale.

 

I danni al lungo termine di una vita sedentaria

  

I danni al lungo termine di una vita sedentaria

   

I danni al lungo termine di una vita sedentaria

Una vita sedentaria causa anche problemi a lungo termine che possono cronicizzarsi e diventare veri e propri problemi di salute.
  • Diabete di tipo 2, obesità e problemi cardiaci: incide sul metabolismo di grassi e zuccheri, può aumentare i valori del colesterolo e di conseguenza le probabilità di diabete e il rischio di malattie cardiovascolari;
  • Problemi circolatori: rallenta il flusso sanguigno verso le gambe e il rischio di coaguli, soprattutto nelle donne;
  • Ipertensione;
  • Aumento dei processi infiammatori;
  • Osteoporosi: quando si rimane troppo seduti la colonna vertebrale non è più sollecitata e le cellule non rinnovano più il vecchio tessuto osseo.

Per combattere questi danni a lungo termine non è solo importante fare una vera e propria attività fisica intensa, ma anche aggiungere del movimento alle nostre giornate. Qualche esempio: alzarsi dalla sedia spesso se si lavora alla scrivania, camminare mezz’ora al giorno, pulire casa, andare a fare la spesa a piedi, fare le scale invece di prendere l’ascensore… queste piccole attività ci aiutano a non incorrere nei danni, anche permanenti, di una vita sedentaria. Se poi aggiungiamo a una vita sedentaria una cattiva alimentazione la combinazione è ancora più pericolosa. Vediamo insieme qualche consiglio alimentare per combattere i danni di una vita sedentaria.

 

Consigli alimentari per combattere i danni di una vita sedentaria

  

Consigli alimentari per combattere i danni di una vita sedentaria

   

Consigli alimentari per combattere i danni di una vita sedentaria

  1. La dieta deve essere varia e bilanciata: una dieta squilibrata e in cui vengono assunti sempre gli stessi alimenti provoca mancanze in alcune importanti componenti;
  2. Dividere la giornata in tre pasti principali e due spuntini leggeri;
  3. Evitare di saltare i pasti;
  4. Diminuire le porzioni e le calorie assunte. A pranzo consumare primi piatti poco elaborati e a cena assumere soprattutto proteine;
  5. Bere un litro e mezzo di acqua al giorno;
  6. Usare olio extravergine d’oliva come condimento;
  7. Scegliere alimenti a basso contenuto di calorie e alto indice di sazietà, e nello specifico consumare molte verdure che sono ricche di fibre e acqua.

Una vita forzatamente sedentaria può essere mitigata anche attraverso l’assunzione di integratori che aiutano a migliorare il benessere psicofisico al fine di :

  • RALLENTARE I PROCESSI DI INVECCHIAMENTO:
  • RALLENTARE I PROCESSI DI INVECCHIAMENTO:
  • RINFORZARE LE DIFESE IMMUNITARIE:
  • RINFORZARE LE DIFESE IMMUNITARIE:
  • PROTEGGERE LA VISTA (SOPRATUTTO SE PASSI MOLTE ORE DAVANTI AL COMPUTER):
  • PROTEGGERE LA VISTA (SOPRATUTTO SE PASSI MOLTE ORE DAVANTI AL COMPUTER):
  • PROTEGGERE IL SISTEMA CARDIOCIRCOLATORIO:
  • PROTEGGERE IL SISTEMA CARDIOCIRCOLATORIO:
  • CONTRASTARE I DOLORI OSTEOARTICOLARI:
  • CONTRASTARE I DOLORI OSTEOARTICOLARI:
  • MIGLIORARE IL TONO DELL’UMORE:
  • MIGLIORARE IL TONO DELL’UMORE:
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email