I disturbi del sonno: cause e rimedi

I disturbi del sonno: cause e rimedi

Come si regola e perché è importante?

Il sonno, a dispetto di quanto si possa pensare, è un meccanismo attivo che coinvolge il sistema nervoso e influisce in modo significativo sulla qualità della nostra vita, in quanto ristabilisce gli equilibri e le energie del nostro corpo.

Il sonno è regolato da due meccanismi:

  • il processo omeostatico che determina una maggiore o minore propensione al sonno in base alle ore di veglia accumulate
  • il processo circadiano, controllato dall’orologio biologico interno. Luce e buio influiscono sui ritmi circadiani indirizzando il corpo verso la veglia durante il giorno e verso il sonno durante la notte.

Il sonno occupa circa un terzo della nostra vita ed è una funzione biologica essenziale per il nostro organismo. È cruciale per lo sviluppo fisico e mentale di neonati e bambini. Negli adulti, la scarsa qualità del sonno è associata a una serie di conseguenze negative per la salute: problemi cardiovascolari, indebolimento del sistema immunitario, un maggiore rischio di obesità e di diabete di tipo II, depressione e ansia, nonché una compromessa capacità cognitiva in relazione alla memoria.

Il sonno, a dispetto di quanto si possa pensare, è un meccanismo attivo che coinvolge il sistema nervoso e influisce in modo significativo sulla qualità della nostra vita, in quanto ristabilisce gli equilibri e le energie del nostro corpo.

Il sonno è regolato da due meccanismi:

  • il processo omeostatico che determina una maggiore o minore propensione al sonno in base alle ore di veglia accumulate
  • il processo circadiano, controllato dall’orologio biologico interno. Luce e buio influiscono sui ritmi circadiani indirizzando il corpo verso la veglia durante il giorno e verso il sonno durante la notte.

Il sonno occupa circa un terzo della nostra vita ed è una funzione biologica essenziale per il nostro organismo. È cruciale per lo sviluppo fisico e mentale di neonati e bambini. Negli adulti, la scarsa qualità del sonno è associata a una serie di conseguenze negative per la salute: problemi cardiovascolari, indebolimento del sistema immunitario, un maggiore rischio di obesità e di diabete di tipo II, depressione e ansia, nonché una compromessa capacità cognitiva in relazione alla memoria.

I benefici di un buon riposo notturno

Un sonno ristoratore ha effetti positivi sia a livello fisiologico sia psicologico.

In media un adulto ha bisogno dalle 7 alle 9 ore di sonno durante la notte. Tuttavia, è importante riflettere sui propri bisogni e fattori personali che possono influire sulla quantità di ore di sonno necessarie. Ci sono persone che hanno bisogno di più ore di sonno per sentirsi effettivamente riposate, mentre altre si svegliano la mattina sentendosi rigenerate anche se hanno dormito meno.

Dormire bene contribuisce in modo significativo alla nostra salute e al nostro benessere psicofisico. Un buon riposo notturno infatti migliora il tono dell’umore, sostiene le difese immunitarie e ha effetti benefici sui processi cognitivi come la memoria e l’apprendimento.

Disturbi del sonno: cause ed effetti

I disturbi del sonno si ripercuotono e possono pregiudicare la qualità della vita alterando le normali attività fisiologiche del corpo.  

Un riposo inadeguato può costituire una seria minaccia per la salute (in particolare quella cerebro-cardio vascolare) e la sicurezza personale, ecco perché non possiamo ignorare l’importanza di un buon sonno per il nostro benessere mentale e fisico.

Non importa solo quanto dormiamo, ma anche e soprattutto come dormiamo. La qualità del sonno infatti non si basa unicamente sul totale di ore passate a dormire, ma è determinata anche dalla continuità e dalla tempistica del sonno.

Tra i disturbi del sonno il più comune è senz’altro l’insonnia, ma sono inclusi anche i risvegli notturni frequenti e le situazioni in cui pur dormendo si avverte il sonno come poco riposante, con una sensazione di stanchezza che persiste durante tutta la giornata. Si dorme cioè senza riposare.
Altre problematiche del sonno comprendono le apnee notturne, il sonnambulismo, la narcolessia e la sindrome delle gambe senza riposo, che implica una sensazione di irrequietezza e il bisogno impellente di muoverle. 

Se si soffre di disturbi del sonno, durante la giornata si può avvertire una serie di disagi:

  • Stanchezza e affaticamento
  • Senso di malessere generale e stress
  • Sbalzi d’umore e maggiore irritabilità
  • Difficoltà di concentrazione
  • Diminuzione dell’attenzione e della reattività
  • Mal di testa, formicolii, sintomi gastrointestinali

Perché non si dorme bene?

I disturbi del sonno possono essere dovuti a cause di diversa natura: fattori ambientali, assunzione di farmaci, ansia e stress, ma anche stili di vita, comportamenti e abitudini che alterano i ritmi circadiani e il ciclo del sonno in generale.

Le preoccupazioni relative all’insonnia, poi, contribuiscono a formare un circolo vizioso che alimenta il disturbo.

Vediamo alcune abitudini da evitare prima di andare a dormire per non rovinare il riposo notturno:

  • Utilizzare il cellulare, la tv o il computer
    • la luce blu inibisce la produzione di melatonina, l’ormone prodotto dalla ghiandola pineale (epifisi) che regola il ciclo sonno-veglia.
  • Bere caffè o alcolici
    • La caffeina ha un effetto stimolante sul sistema nervoso centrale, incrementando i livelli di veglia. L’alcol aumenta le probabilità di svegliarsi durante la notte.
  • Un ambiente troppo caldo o troppo freddo
    • Se la temperatura risulta troppo bassa o troppo alta, il corpo rimarrà attivo cercando di raggiungere un grado di calore adeguato e stimolare la sonnolenza
  • Fare un pasto abbondante la sera
    • Una cena pesante risulterà difficile da digerire, in quanto si allunga il processo metabolico, con inevitabili conseguenze negative sul sonno.
  • Allenarsi e praticare attività fisica
    • l’attività motoria stimola la produzione di adrenalina, un ormone che migliora la reattività dell’organismo e incrementa lo stato di veglia.tt

Rimedi naturali per notti serene   

Mantenere delle sane abitudini a volte però non è sufficiente per dormire bene.

Esistono diversi rimedi naturali che favoriscono un buon riposo notturno.

In natura è presente un’ampia gamma di piante dalle proprietà rilassanti che possono essere utilizzate per tisane, infusi o preparati fitoterapici.  In questo senso, rappresentano una valida alternativa naturale ai sonniferi.

Anche l’aromaterapia può aiutare a combattere l’insonnia e conciliare il sonno: gli oli essenziali (come quello di lavanda) possono essere usati nei diffusori per ambienti, nei bagni rilassanti e nei massaggi aromaterapici.

Se hai difficoltà ad addormentarti, ti risvegli più volte durante la notte o il giorno dopo senti di non aver riposato bene, NATURAL SLEEP è il tuo alleato per dormire sonni tranquilli.

È un fitoterapico a base di piante e ingredienti quali la Valeriana, la Melissa, il Biancospino e la Vitamina B6 che hanno effetti benefici sul sistema nervoso e favoriscono il sonno e il rilassamento.

Scopri la formulazione e i benefici di NATURAL SLEEP sul nostro sito.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email